Un sistema proof-of-work (POW) o protocollo proof-of-work, o funzione proof-of-work è una misura economica per scoraggiare attacchi denial of service (diniego di servizio) e altri abusi di servizio, come spam sulla rete, imponendo alcuni lavori dal richiedente del servizio, di solito intendendo tempo di elaborazione di un computer. Una caratteristica chiave di questi schemi è la loro asimmetria: il lavoro deve essere moderatamente complesso (ma fattibile) dal lato richiedente ma facile da controllare per il fornitore del servizio (service provider). Questa idea è anche conosciuta come funzione di costo della CPUclient puzzlepuzzle computazione o funzione di pricing della CPU.

Un sistema famoso, usato anche nella creazione di moneta Bitcoin è l’hashcash, che usa inversioni di hash parziali per verificare che il lavoro sia fatto, come token di buona volontà da inviare via e-mail. La seguente intestazione (header) rappresenta i calcoli di circa 252 hash per inviare un messaggio a calvin@comics.net il 19 gennaio 2038:

X-Hashcash: 1:52:380119:calvin@comics.net:::9B760005E92F0DAE

È verificabile con un singolo calcolo controllando l’hash SHA-1 dello timbro (omette la porzione “X-Hashcash:”) cominciando con 52 zeri binari, che corrispondono a 13 zeri esadecimali: 0000000000000756af69e2ffbdb930261873cd71.

Se i sistemi POW risolvono particolari casi di denial of service come il problema spam è ancora oggetto di dibattito.

I sistemi Proof-of-work sono usati come primitive da altri più complessi sistemi crittografici come quello che usa Bitcoin, un sistema simile a Hashcash.

Fonte: Wikipedia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here